Roma - Capodanno alternativo 2019

Amiche dei piccoli e dei poveri, nel grande movimento iniziato da San Vincenzo de' Paoli e ripreso con audacia da Giovanna Antida, all’indomani della Rivoluzione francese.

Nella quieta vallata e i boschi di Sancey, nella Franca Contea agitata dalla Rivoluzione, nell’esilio errando fra i molti pericoli, fra le povere case di Besançon, sotto il cielo della Savoia, nell’appello ad andare in Italia e oggi in 34 paesi in quattro continenti, noi camminiamo sui passi di colei che ci invita a continuare il suo viaggio, il suo pellegrinaggio, sempre cercando solo la volontà di Dio, amato e servito prediligendo i più poveri!

È il Signore che ridice al cuore di ciascuna di noi l’Amore da condividere con tutti:

«Oggi mi hai visto, mi hai accolto: ero solo, disperato, straniero, clandestino; ti sei presa cura di me, ero malato nel mio corpo, nel mio spirito; tu mi hai nutrito con pane ed amicizia, e mi hai fatto rinfrescare ad una fonte  d’acqua viva; mi hai visitato quando ero in prigione.

Nelle baraccopoli, nei bassifondi, nei quartieri poveri, alle mense dei poveri, nelle scuole, piccole e grandi in cui si prepara il domani, nelle case per anziani dove grande è la solitudine, ovunque tu mi hai riconosciuto e mi riconosci!

Ovunque tu sei venuta e vieni ad incontrarmi e la tua meraviglia si rinnova nel riconoscermi nei poveri miei fratelli!

Allora la tua vita, la loro vita, diventa preghiera, diventa Eucaristia!»

 

Visita il sito delle Suore della Carità di santa Giovanna Antida Thouret

Per conoscere la vita della fondatrice, Jeanne-Antide Thouret e il suo profilo spirituale