Mi chiamo Emanuela, e vivo a Bucarest, Romania. Avendo partecipato  al Capodanno alternativo organizzato dalle Suore della Carità a Roma, posso dire che è stata un’esperienza indimenticabile.

Tutto è cominciato con un invito e questo invito si è trasformato in un lungo viaggio Bucarest-Roma! 

È stato un viaggio bellissimo, che mi ha arricchito molto, dal 28 dicembre al 2 gennaio! Eravamo in 23 giovani tutti diversi, che siamo arrivati a Roma spinti da un unico  sentimento che ci ha riunito: la voglia di condividere il nostro Capodanno con chi ne ha bisogno, con chi si trova nella difficoltà per portare loro il sorriso sul volto, per ascoltarli e per condividere la gioia del Vangelo!    

Siamo stati accolti nella casa delle suore a Roma. Le nostre giornate trascorse insieme erano piene di pace e di gioia: si cominciava con le Lodi insieme a tutta la Comunità delle Suore nella grande Chiesa di Santa Giovanna Antida, poi la Santa Messa. Sempre nella mattinata abbiamo riflettuto sul Vangelo di Marco 10, 46-52. Dopo la spiegazione del Vangelo, avevamo la riflessione personale, un momento in cui eri solo, tu con il Signore, un tempo bellissimo nel quale avevi la possibilità di entrare in te stesso, di pregare, di meditare, di far vive le parole del Vangelo nella tua vita! Il 31 dicembre le Suore ci hanno fatto un grande regalo: hanno invitato un sacerdote con cui abbiamo potuto parlare e abbiamo ricevuto il grande dono della confessione!        

Al pomeriggio si andava alla Mensa Caritas. La prima sera, io ho avuto l’opportunità di aiutare le persone anziane a portare i vassoi con il cibo, di stare con loro, di parlare. Poi le altre sere ho servito il secondo e quindi incontravo tutte le persone che venivano alla Mensa.  La sera del Capodanno, finita la cena, siamo rimasti con gli ospiti dell’Ostello. Abbiamo organizzato una tombola, abbiamo cantato insieme, ballato, e gli ospiti ci hanno raccontato tante barzellette. Abbiamo vissuto insieme un’esperienza bellissima, abbiamo osservato il sorriso sul volto delle persone e la gioia di stare insieme!

Il primo gennaio siamo andati insieme alle Suore nella Piazza San Pietro, abbiamo partecipato all’Angelus del Papa,  vivendo un’altra esperienza emozionante. Abbiamo ascoltato le parole del Santo Padre che ci ha detto che lo Spirito Santo “ci spinge ad andare avanti nella strada della vita cristiana, nella strada della storia, verso il Regno di Dio.”(Papa Francesco, Angelus, Piazza San Pietro, 1 gennaio 2014) Lo stesso Spirito ci ha spinto ad andare a Roma vivendo così un’esperienza di preghiera, di riflessione, di gioia e di sevizio indimenticabile!      

Il 2 gennaio sono tornata a casa, a Bucarest, portandomi nel cuore tanta gioia, tanta serenità e una grande desiderio di ritornare anche l’anno prossimo per poter servire ancora alla Mensa Caritas spinta dallo stesso spirito di carità, ringraziando il Signore per tutti i doni che ho ricevuto dalla Sua grande bontà!      

Ringrazio le Suore per la loro disponibilità, per l’accoglienza e per la bella esperienza che ho vissuto insieme a loro. Un abbraccio a tutte!