LA VITA, UNA CORSA BUONA

Ai 70mila giovani italiani che si sono dati appuntamento al Circo Massimo per la "due giorni" di incontro con il Papa.

Francesco ha chiesto di correre forte, con passi più veloci di quelli degli adulti, come ha fatto Giovanni andando verso il sepolcro vuoto di Gesù.

L'altro modello additato ai giovani è San Francesco d'Assisi: un giovane che ha sognato in grande e ha cambiato la storia dell'Italia. "Non abbiamo paura", l'invito finale: "Senza pregiudizi e chiusure", per costruire una umanità più fraterna, perché abbiamo bisogno di fratellanza. Il clericalismo è "una perversione", e la Chiesa senza testimonianza "è soltanto fumo". Dopo la Veglia, la Notte Bianca nelle chiese romane.

Oggi l'Angelus in piazza San Pietro, preceduto dalla messa con il card. Bassetti. A dare l'appuntamento ai ragazzi è stato lo stesso Papa: "A tutti voi auguro la buonanotte, e domani arrivederci in piazza San Pietro".